Inaugurazione della Panchina Rossa a Palermo in memoria delle vittime di femminicidio: un invito a dire basta alla violenza

A cura di Redazione

Emozionante inaugurazione della ‘Panchina rossa’ e piantumazione di alberi di Jacaranda a Palermo. Un forte invito a combattere la violenza sulle donne. #Palermo #Femminicidio

Inaugurazione della “Panchina rossa” e piantumazione di alberi di Jacaranda

Il Comune di Palermo ha organizzato oggi l’inaugurazione della “Panchina rossa” e la piantumazione di due alberi di Jacaranda nella piazza di via Ammiraglio Rizzo. Questi simboli sono stati dedicati alla memoria di due donne vittime di femminicidio: Lia Pipitone e Rosalba Lisa Siciliano. L’evento ha visto la partecipazione di famiglie, scuole, istituzioni e associazioni, tutti uniti con l’obiettivo di far sì che questi simboli non siano solo un ricordo, ma uno stimolo forte per far rispettare le donne e dire basta alla violenza.

“Questi simboli non siano solo un ricordo, ma uno stimolo forte e un invito a far rispettare le donne e dire basta alla violenza, affinché la loro morte non sia stata vana”, dichiara il consigliere comunale Giovanna Rappa.

La lotta contro la violenza sulle donne

La panchina rossa e gli alberi di Jacaranda sono diventati dei veri e propri simboli nella lotta contro la violenza sulle donne. Questa iniziativa del Comune di Palermo ha coinvolto l’associazione “Mille colori Onlus” e il “Centro antiviolenza Lia Pipitone”, entrambi sempre presenti sul territorio e attenti ai bisogni delle donne. L’obiettivo è far sì che la morte di Lia Pipitone e Rosalba Lisa Siciliano non sia stata vana e che la violenza contro le donne venga fermata.

Un invito a far rispettare le donne

La piazza di via Ammiraglio Rizzo diventa così un luogo di memoria e di impegno per la lotta contro la violenza sulle donne. La presenza della panchina rossa e degli alberi di Jacaranda è un invito a tutti a far rispettare le donne e a dire basta alla violenza. È un modo per sensibilizzare la comunità e per ricordare che ogni donna ha il diritto di vivere libera da qualsiasi forma di violenza.

“Questi simboli non siano solo un ricordo, ma uno stimolo forte e un invito a far rispettare le donne e dire basta alla violenza, affinché la loro morte non sia stata vana”, dichiara il consigliere comunale Giovanna Rappa.

Con questa iniziativa, il Comune di Palermo si impegna a continuare la lotta contro la violenza sulle donne e a promuovere una cultura di rispetto e uguaglianza di genere. È fondamentale che tutti si uniscano in questa battaglia per garantire un futuro migliore alle donne e porre fine a ogni forma di violenza.