Nuove opportunità per gli edicolanti di Palermo: vendita di prodotti alimentari e bevande secondo le nuove linee guida regionali

A cura di Redazione

Nuove opportunità per gli edicolanti di Palermo: la Regione Siciliana permette la vendita di prodotti alimentari e non. Scopri di più su questa rivoluzione imprenditoriale!

Novità per gli edicolanti di Palermo

Il Comune di Palermo ha annunciato importanti novità per gli edicolanti della città. Grazie alle nuove linee guida dettate dall’assessorato regionale alle Attività Produttive, gli edicolanti potranno diversificare la loro offerta e ampliare la loro attività. Questa decisione arriva in un momento di forte crisi per il settore, offrendo nuove opportunità imprenditoriali e un respiro di sollievo per tutti gli edicolanti e chioschi di Palermo.

La vendita di prodotti alimentari

La nuova norma prevede che le edicole, pur mantenendo l’obbligo di vendere giornali, quotidiani e periodici, potranno anche vendere prodotti alimentari e non. Questa apertura verso nuovi prodotti permetterà agli edicolanti di diversificare la loro offerta e attirare una clientela più ampia. Inoltre, sarà possibile utilizzare apparecchi automatici per la vendita di tali prodotti, rendendo il servizio ancora più comodo e accessibile per i cittadini.

Somministrazione di alimenti e bevande

Un’altra importante novità introdotta dalle nuove linee guida è la possibilità per gli edicolanti di somministrare al pubblico alimenti e bevande. Questo significa che gli edicolanti potranno offrire non solo prodotti da asporto, ma anche un servizio di consumazione sul posto. Questa opportunità potrebbe attrarre una clientela ancora più ampia, offrendo un luogo di incontro e ristoro per i cittadini di Palermo.

«Le novità apportate dall’assessorato regionale alle Attività Produttive daranno linfa vitale agli edicolanti che in questi anni hanno subito una forte crisi. Palermo ha bisogno di nuove idee imprenditoriali e queste nuove linee guida dettate dalla Regione Siciliana, porteranno respiro a tutti gli edicolanti e chioschi della nostra città. La nuova norma prevede che le edicole pur mantenendo l’obbligo di vendere giornali, quotidiani e periodici, potranno vendere prodotti alimentari e non, anche attraverso apparecchi automatici, e somministrare al pubblico alimenti e bevande», dichiara il presidente della commissione Attività produttive del comune di Palermo, Ottavio Zacco.

In conclusione, queste nuove opportunità rappresentano un importante passo avanti per gli edicolanti di Palermo. Grazie alle nuove linee guida, potranno diversificare la loro offerta, attrarre una clientela più ampia e offrire un servizio più completo ai cittadini. Si spera che queste misure possano contribuire a rilanciare il settore edicolante e a dare nuovo slancio all’economia locale.