Ciccio Ingrassia, il ricordo di un grande palermitano nel 101esimo anniversario della sua morte

A cura di Simona Lo Certo

Ciccio Ingrassia, un simbolo di Palermo che va ricordato a 101 anni della sua nascita

Il 5 ottobre 1922 nasceva a Palermo un artista di alto livello, un uomo di grande cultura e di forte humour, che ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo dello spettacolo italiano e non solo.

Stiamo parlando di Ciccio Ingrassia, nota spalla di Franco Franchi, morto a Roma il 28 aprile 2003 all’età di 80 anni.

Artista poliedrico, Francesco Ingrassia, fu attore, comico, regista, sceneggiatore, conduttore televisivo e cantante.

Insieme al siciliano Franco Franchi formò il celebre duo comico Franco e Ciccio, protagonista di più di 100 film tra gli anni ’60 e ’80.

Nel 1974, fu nominato per la prima volta ai Nastri d’Argento come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione in “Amarcord” di Federico Fellini.

Nominato come miglior attore non protagonista nel 1976 per il film “Todo modo” di Elio Petri e nel 1996 per “Camerieri”. Nel 1988, fu candidato ai Ciak d’Oro come miglior attore non protagonista per “Domani accadrà”, diretto da Daniele Luchetti, mentre nel 1991 vinse il David di Donatello per il film “Condominio”, interpretando il ruolo del maresciallo Gaetano Scarfi.

Nel 1991 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista al David di Donatello per il film Condominio. Dal 1976 al 1991 Ciccio Ingrassia ha vinto 2 premi: David di Donatello (1991), Nastri d’Argento (1976).

Un personaggio palermitano di cui andare veramente fiero e di cui mantenere nel tempo il ricordo.