Comune di Palermo: Delibera storica per il rilancio dell’azienda di igiene urbana

A cura di Redazione

Il Comune di Palermo risolve un debito di 21 milioni di euro con la RAP, garantendo liquidità all’azienda e promuovendo il rilancio dell’igiene urbana.

Importante delibera per il Comune di Palermo

Il vicesindaco Varchi ha firmato un’importante delibera che ha lo scopo di dare liquidità all’azienda pagando un debito del Comune accumulato negli anni scorsi. Questa azione è parte di un impegno per contrastare il malcostume contabile dei disallineamenti con le partecipate, che creano esposizione da parte del Comune di Palermo.

«Si tratta di un’importante delibera a firma del vicesindaco Varchi che serve a dare liquidità all’azienda pagando un debito del Comune maturato negli anni scorsi.

L’azione si inserisce nel contrasto al malcostume contabile dei disallineamenti con le partecipate che creano esposizione da parte del Comune di Palermo nei confronti delle stesse.

Conclusa la transazione con la curatela della vecchia Amia

La transazione sottoscritta lo scorso anno dagli assessori Varchi e Mineo riguardante il contenzioso fra il Comune di Palermo e la curatela della vecchia Amia è stata conclusa. Questo permette il riconoscimento di risorse pari a quasi 21 milioni di euro che la RAP aveva sostenuto negli anni scorsi per la gestione delle vecchie vasche.

Si conclude così la transazione sottoscritta lo scorso anno dagli assessori Varchi e Mineo che riguardava il contenzioso fra il Comune di Palermo e la curatela della vecchia Amia.

Oggi si crea il presupposto per il riconoscimento di risorse pari quasi a 21 milioni di euro che la RAP aveva sostenuto negli anni scorsi a partire dal 2016 per la gestione delle vecchie vasche. Questa è una delle tante azioni che si stanno compiendo e che riguardano il recupero di un rapporto virtuoso fra il Comune di Palermo e le sue partecipate, presupposti fondamentali per il rilancio dell’azienda di igiene urbana».

Rilancio dell’azienda di igiene urbana

Questo accordo rappresenta una delle tante azioni che si stanno compiendo per il recupero di un rapporto virtuoso tra il Comune di Palermo e le sue partecipate. Questi presupposti sono fondamentali per il rilancio dell’azienda di igiene urbana.

Oggi si crea il presupposto per il riconoscimento di risorse pari quasi a 21 milioni di euro che la RAP aveva sostenuto negli anni scorsi a partire dal 2016 per la gestione delle vecchie vasche. Questa è una delle tante azioni che si stanno compiendo e che riguardano il recupero di un rapporto virtuoso fra il Comune di Palermo e le sue partecipate, presupposti fondamentali per il rilancio dell’azienda di igiene urbana».

Questo importante passo avanti è stato accolto positivamente dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, che sottolinea l’importanza di queste azioni per il rilancio dell’azienda di igiene urbana.